forex trading logo


Contatti Analisi valute Come investire Mercati Finanziari

Segnalazioni

Login



Risorse

RSS Feed Forex Online

rss forex RSS Forex Online

Home
Forex online - mercato cambio valute
USA: recupero dei titoli tecnologici e trend positivo per biotech e investment banks PDF Stampa E-mail
Trading con Plus 500: * Trading gratuito | Conto demo trading | Bonus Plus 500 | Conto trading gratis
*(servizio CFD, il tuo capitale è a rischio)
Economia - Analisi Mercati finanziari
Scritto da Economic Research Banca Aletti   
Martedì 20 Giugno 2017 12:34

Andamento tecnologia USASeduta positiva quella di ieri per i principali mercati azionari americani con il recupero dei titoli tecnologici e la sovraperformance di biotech e investment banks nonostante la flessione del comparto dei petroliferi. Sul fronte della politica monetaria ieri è intervenuto anche il Presidente della Fed di Chicago Evans che ha evidenziato che con un’inflazione debole potrebbe essere utile per la Fed attendere fino alla fine dell’anno per valutare un eventuale nuovo rialzo dei tassi.


Lo scenario economico attuale giustificherebbe dunque soltanto un graduale aumento del costo del denaro. Il Dow Jones ha cosi archiviato la seduta di ieri in rialzo dello 0.7% sui nuovi massimi storici cosi come lo Standard & Poor's 500 +0.8%, Nasdaq Comp. +1.4%. Indice delle Small Cap Russell 2000 in rialzo del +0.8%, Dow Jones Transportation positivo del +0.7%. Oro ieri in ribasso del -0.82% a 1243.4$ da 1253.7$ e il dollaro si è rafforzato contro l'euro a 1.1148 da 1.1198.


Per quanto riguarda il rendimento dei titoli governativi quello del 2yr US è aumentato di +4.09 bps all’1.356% dall’1.315% e quello del 10 yr di +3.65 bps al 2.188% dal 2.151%. Settori migliori: Biotech +2.5%, Investm. Banks +2.0%, Semiconduttori +1.9%. Settori peggiori: Petroliferi -0.8%, Utilities -0.4%, Telecoms -0.2%. Vix -0.1% a 10.37 punti.


Seduta positiva per i finanziari con l'indice più ampio delle banche Kbw +0.9% e con l'indice delle banche regionali +0.4%. Nel Dow Jones titoli migliori: Apple +2.9%, JPMorgan +2.2% e Goldman Sachs +1.9%. Titoli peggiori: Travelers -0.9%, Exxon -0.9% e Chevron -0.8%. Petroliferi -0.8% con Chevron -0.8%, Exxon -0.9% e con il greggio Wti ieri -1.2% a 44.20 $/barile.


Negli Stati Uniti vengono comunicati soltanto i dati relativi alla bilancia corrente per il primo trimestre.




Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Giugno 2017 13:01
 
Azionari americani influenzati dal nuovo aumento del costo del denaro da parte della Fed PDF Stampa E-mail
Economia - Analisi Mercati finanziari
Scritto da Economic Research Banca Aletti   
Venerdì 16 Giugno 2017 15:34

Mercati azionari New YorkSeduta ancora lievemente negativa quella di ieri per i mercati azionari americani che devono metabolizzare il nuovo aumento del costo del denaro da parte della Fed con il Nasdaq che sottoperforma gli altri due principali indici. Il Dow Jones ha così archiviato la seduta di ieri in flessione dello 0.1%, Standard & Poor's 500 -0.2%, Nasdaq Comp. -0.5%.


Indice delle Small Cap Russell 2000 in ribasso del -0.5%, Dow Jones Transportation positivo del +0.2%. Oro ieri in ribasso del -0.54% a 1253.9$ da 1260.8$ e il dollaro si è rafforzato contro l'euro a 1.1145 da 1.1218. Per quanto riguarda il rendimento dei titoli governativi quello del 2yr US è aumentato di +2.04 bps all’1.351% dall’1.331% e quello del 10 yr di +3.81 bps al 2.164% dal 2.126%. Settori migliori: Beni di Consumo +0.9%, Industriali +0.7%, Utilities +0.6%. Settori peggiori: Costruzioni -1.4%, Retailers -0.9%, Materie prime -0.9%. Vix +2.4% a 10.90 punti.


Seduta negativa per i finanziari con l'indice più ampio delle banche Kbw -0.5% e con l'indice delle banche regionali -0.5%. Nel Dow Jones titoli migliori: Caterpillar +1.6%, Boeing +1.6% e Procter & Gamble +1.1%. Titoli peggiori: Nike -3.2% dopo la decisione di ridurre il personale a livello globale del 2%, Goldman Sachs -1.4% e Wal-Mart -1.2%. Petroliferi -0.05% con Chevron -0.3%, Exxon +0.2% e con il greggio Wti ieri -0.6% a 44.46 $/barile.


Oggi negli Stati Uniti vengono comunicati i dati macroeconomici relativi all’avvio di nuovi cantieri edili, i permessi edilizi, l’indice delle condizioni del mercato del lavoro, l’indice di fiducia dell’Universita del Michigan.




Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Giugno 2017 15:54
 
Mercati emergenti: ecco dove investire e come farlo PDF Stampa E-mail
Economia - Analisi Mercati finanziari
Scritto da Alessandro Scorrano   
Giovedì 15 Giugno 2017 10:59

DubaiAttualmente fare business negli Emirati Arabi può offrire grandi soddisfazioni a un’azienda europea appartenente all’UE. Da questo punto di vista l’Italia rappresenta l’esempio perfetto di tale assunto. Partiamo dal presupposto che vede il concetto di burocrazia ridotto all’osso. Ci sono 24 free zone a tassazione zero per un posto come Dubai. Il costo del lavoro qui è davvero molto basso, e questo per chi fa impresa è probabilmente la risposta per una pronta e concreta redditività. Tutti sappiamo bene cosa significa fare impresa in Italia e quale rischi comporta ciò. Negli ultimi tempi però grazie anche all’impegno di operatori come lo studio legale Martinez&Novebaci, diverse aziende italiane sono entrate con successo nel mercato di Dubai. Parliamo di un’economia relativamente giovane con ampi margini di crescita, visto che gli Emirati Arabi nel corso degli ultimi 25 anni hanno compiuto dei passi da gigante e si sono affacciati sempre più spesso verso innovazione, ricerca sviluppo e qualità della vita.


Qual è il punto di forza su cui un’azienda deve puntare per entrare in un mercato come questo?


Partiamo dal fatto che Dubai e tutti gli Emirati hanno una vera passione per tutto quello che proviene dall’Europa e in particolare per lo stile italiano che ci precede per popolarità e interesse. Sia se prendiamo come aspetto il design, di cui siamo maestri assoluti, sia per quanto concerne food & beverage, passando per l’alta moda, che abbiamo scoperto essere sempre più richiesta e ricercata proprio fuori dai nostri confini. Ci sono diversi aspetti che magari nel nostro Paese diamo ormai scontati come status e lifestyle e che invece sono molto valorizzati e considerati un simbolo di eccellenza distintiva per luoghi in espansione come Dubai e gli Emirati Arabi possono rappresentare. C’è poi un canale privilegiato legato a una vecchia relazione di rispetto e di amicizia tra il nostro Paese e la realtà araba, di cui non godono altri stati per motivi politici e non. E’ stato non a caso definito un feeling di natura “epidermica”. Detto questo però bisogna sempre capire che non è così semplice fare business in una realtà così concreta e smaliziata come quella degli Emirati Arabi.


Quali sono i punti di forza e come muoversi negli Emirati Arabi


Investimenti Emirati ArabiDubai in particolare è una terra di grandi opportunità, ma nello stesso tempo bisogna fare molta attenzione nel momento in cui un’azienda sceglie di fare business in un Paese di questo tipo. Abbiamo in apertura parlato di poca burocrazia, ed è vero, ma questo vuol dire anche un elevato livello di corruzione e la possibilità di entrare in contatto con finte camere di commercio, oppure figure professionali inadeguate per fare impresa a un certo livello. Detto questo il numero di aziende che opera a Dubai e che vede protagoniste realtà italiane è come sempre in netto aumento. Specialmente per quanto riguarda aspetti tecnici e ingegneristici, quali ad esempio la desalinizzazione, un punto davvero importante per Dubai che viene attualmente gestito da aziende italiane. Avere un partner locale è un vantaggio sia per quanto riguarda la distribuzione e la vendita sul territorio sia per gli aspetti più tecnici visto che gli Emirati Arabi hanno un diritto molto vicino al quello di matrice inglese. Anche il mercato del trading online e del forex, punta rapidamente ad ampliare i propri canali di diffusione e presto gli Emirati Arabi diventeranno un centro di eccellenza a livello pratico e operativo.




Alessandro Scorrano
Redazione Forex-online.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Giugno 2017 12:16
 
Mercati azionari americani sui nuovi massimi assoluti PDF Stampa E-mail
Economia - Analisi Mercati finanziari
Scritto da Economic Research Banca Aletti   
Lunedì 12 Giugno 2017 16:10

Trading performance mercati azionari USAFinale di settimana positivo per i principali mercati azionari americani sui nuovi massimi assoluti sostenuti dalle sovraperformance dei comparti di finanziari con l’aumento dei rendimenti e petroliferi in una giornata priva di particolari comunicazioni sul fronte macroeconomico con i soli dati relativi alle scorte all’ingrosso nel mese di aprile che secondo la rilevazione finale hanno registrato una flessione dello 0.5% dal preliminare calo dello 0.3%.


Con i mercati anche meno preoccupati dell’instabilità della Presidenza Trump dopo la prima testimonianza dell’ex direttore dell’Fbi, il Dow Jones ha chiuso in rialzo del +0.42%, S&P500 -0.08%, Nasdaq Comp -1.80%. Settori migliori: Banche +2.43%, Investment Banks +2.29%, Petroliferi +2.19%. Settori peggiori: Software -2.28%, Networking -3.02%, Semiconduttori -3.78%. Vix +5.31% a +10.70 punti.


Seduta positiva per i finanziari con l'indice più ampio delle banche Kbw +2.27% e con l'indice delle banche regionali +2.88%. Nel Dow Jones titoli migliori: Pfizer Inc +3.21%, Jpmorgan Chase +2.37%, Chevron Corp +2.31%. Titoli peggiori: Intel Corp -2.11%, Microsoft Corp -2.27%, Apple Inc -3.88%. Petroliferi +2.19%, con Chevron +2.31% e con Exxon +1.87% e con il greggio Wti 45.83 $/barile.




Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Giugno 2017 16:40
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 4 di 84

Ultime notizie

I più letti


Powered by Forex-online.it! Valid XHTML and CSS.

Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto
a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente
coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Forex-online.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione
ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento
o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitatore. Inoltre, Forex-online.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza
delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.