forex trading logo


Contatti Analisi valute Come investire Mercati Finanziari

Segnalazioni

Login



Risorse

RSS Feed Forex Online

rss forex RSS Forex Online

Home Forex online I canali dei prezzi: le trendline
I canali dei prezzi: le trendline PDF Stampa E-mail
Trading con Plus 500: * Trading gratuito | Conto demo trading | Bonus Plus 500 | Conto trading gratis
*(servizio CFD, il tuo capitale è a rischio)
Come investire - Forex online
Scritto da Lorenzo Sentino   
Giovedì 01 Agosto 2013 11:25

Nello studio dei minimi e massimi doppi e tripli, ci si può rendere conto di alcune congiunture ricorrenti.
Se in un grafico si congiungono due o più minimi crescenti, si ottiene una linea retta che punta verso il basso. Gli analisti chiamano queste linee trendline e possono essere di supporto o di resistenza a seconda del caso.


Una trendline discendente funge da resistenza, ossia demarca come un "ostacolo" la zona in cui rimane attestato il trend ribassista, senza ulteriori rimbalzi di prezzo che possano superare questa linea di demarcazione (graficamente questa linea viene di solito tracciata col colore blu).
Nel caso in cui, invece, la trendline punti verso l’alto, si denota un supporto ossia una linea guida che indica la via per la tendenza rialzista del titolo (graficamente si è soliti evidenziare questa linea col colore verde).


Si comprende così che la trendline non sia altro che una linea che può essere di supporto o di resistenza, a seconda che sia tracciata su di un trend rispettivamente rialzista o ribassista, sostenendo i prezzi o respingendoli.
La trendline è uno strumento utile al trader giacché lo aiuta a comprendere l’andamento azionario, indicando i momenti migliori per aprire o chiudere delle posizioni.


Canale trend rialzista

 

Canale trend ribassista


Sia nel caso di una trendline di supporto che nel caso di una trendline di resistenza, il trader traccia un’ulteriore linea. Quest’ultima segue l’andamento dei prezzi, stando parallela alla trendline. Si rimarca così una fascia entro la quale i prezzi possono oscillare con tutta probabilità per un certo periodo. Ovviamente, è possibile, prima o poi, che la regolarità di quest’ andamento s’interrompa in rialzo o in ribasso, mostrando graficamente punte che sforino le linee guida parallele.


Come si può intuire, molto più facile è tracciare queste linee su di un grafico già formato, molto più complesso è - invece - intuire questi andamenti in corso d’opera.
Esistono dei punti di riferimento per tracciare le linee guida. Prima di tutto, s’ identificano i punti massimi ed i punti minimi. Dai punti massimi si fa passare una linea di resistenza e nel punto più basso di prezzo raggiunto si traccia la linea inferiore parallela. Queste linee guida possono perdurare per un certo tempo, oppure modificarsi. E’ possibile, infatti, affidarsi ad una linea guida per un po’ decidendo poi di abbandonarla quando venga violata più volte da punte di prezzo, in ribasso o in rialzo rispetto ad essa.


Le linee guida indicano l’andamento del trend, quindi nell’esempio del trend rialzista, sarà logico acquistare quando i prezzi sono più bassi per rivendere quando i prezzi avranno raggiunto un valore più alto rispetto a quello di acquisto del titolo (garantendo quindi un guadagno al trader).
Quando il prezzo del titolo arriva a toccare graficamente la trendline, rimanendone comunque all’interno, si parla di test. Numerosi test possono verificarsi nei ranghi di una trendline e della sua linea parallela, oppure esiste anche la possibilità che un titolo prima o poi oscilli fino ad uscire dai limiti indotti dalle linee guida. Quando un titolo sfora la fascia di prezzo prevista dalla trendline, superandola e poi discendendo nuovamente a toccarla (questa volta dall’alto verso il basso) si ha una situazione di pullback. Questa condizione va riconosciuta giacché generalmente prelude una nuova spinta rialzista.


Questi ragionamenti sui canali tracciati dalle trendline sono fondamentali perché aiutano a capire come possa agire un trader, anche non troppo esperto, in maniera fruttuosa, semplicemente seguendo queste indicazioni tecniche.
Per garantire efficacia alla strategia è sempre bene fissare uno stop loss (limite alle perdite, budget massimo che si può rischiare) e non andare oltre qualora ci si rendesse conto che le trendline non stanno proseguendo come previsto.

Per provare questo tipo di analisi un conto demo gratuito, come Plus 500, potrebbe essere un buon punto di partenza:

Plus500

 

Argomenti economico-finanziari correlati Argomenti correlati:

  1. Le basi de trading finanziario
  2. Il trading "alla giornata" ed il "compra e spera"
  3. Doppio e triplo minimo e massimo
  4. Trednline: i canali dei prezzi
  5. Envelopes e Bande di Bollinger

Lorenzo Sentino
Trader indipendente
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Marzo 2016 18:42
 


Powered by Forex-online.it! Valid XHTML and CSS.

Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto
a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente
coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Forex-online.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione
ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento
o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitatore. Inoltre, Forex-online.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza
delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.